Antonino Caponnetto – di Simona Fasulo Pieri

La mafia non è uno dei miei argomenti preferiti. Le persone, la loro storia, i pensieri e le emozioni, quelli sì sono argomenti che mi appassionano. E così, quando l’anno scorso mi hanno incaricato di preparare un documentario su Antonino Caponnetto, il padre del pool antimafia, sono andata a cercare l’uomo dietro il magistrato.

Ho incontrato un nipote giovane che aveva ricordi  rari di lui, ma ne conserva con attenzione e rigore la memoria pubblica. I figli di Caponnetto, tre, non amano parlare del proprio padre e nessuno di loro ha seguito la sua strada. La moglie, che gli è stata compagna e sodale sempre, era ormai troppo anziana per rilasciare dichiarazioni.  E ho trovato un vecchio diario di quand’era ragazzo.

Ho incontrato i sopravvissuti del pool antimafia – Di Lello e Guarnotta -, e due giornalisti di punta che in quell’epoca lavoravano per l’Unità: Saverio Lodato e Attilio Bolzoni.

Il risultato è il ritratto di un uomo che entra nella storia con la S maiuscola, restando quasi sempre nell’ombra. Un personaggio da studiare e da ricordare.

http://www.raistoria.rai.it/articoli-programma/diario-civile-antonino-caponnetto-padre-del-pool-antimafia/33550/default.aspx

Vai alla barra degli strumenti