Autore: Simona Fasulo

Una vita violenta

Esce nelle sale italiane domani, giovedì 23 maggio, Una vita violenta, titolo volutamente pasoliniano, perché il regista Thierry de Peretti si dichiara appassionato cultore di Pierpaolo Pasolini. Il film si apre con Stéphane, fuorisede che a Parigi conduce una vita da studente, finché non riceve...

W l’Oulipo!

Uno dei miei grandi amori letterari, da giovanissima, è stato Raymond Queneau. Cito a caso alcuni titoli: Zazie nel metro, Icaro involato, Esercizi di stile, per anni tra i miei libri preferiti, collocati nel filone passione, forse perché mi permettevano di lavorare di più con...

Tutti pazzi a tel aviv

Riuscire a parlare con leggerezza del terribile conflitto arabo israeliano è una sfida che il regista e sceneggiatore palestinese Sameh Zoabi è riuscito a vincere. Perché Tutti pazzi a Tel Aviv racconta come sia possibile trovare una soluzione di compromesso anche in casi estremi, attraverso...

l’Europa delle donne

Alle soglie delle elezioni europee, alla Casa Internazionale delle Donne a Roma, domenica scorsa, si è cercato di fare il punto sulla condizione femminile in Italia, uno dei paesi europei più travagliati politicamente negli ultimi anni, un posto in cui una donna muore per mano...

9 maggio 1978

Il 9 maggio 1978 il cadavere di Aldo Moro fu ritrovato in posizione fetale nel bagagliaio di una Renault 4 rossa. Le BR avevano dato seguito alla terribile minaccia di uccidere l’uomo che lavorava da tempo al progetto del “Compromesso storico”, ossia l’auspicata collaborazione tra...

Libri avvelenati

La questione è nota: la casa editrice Altaforte di Francesco Polacchi, militante di Casa Pound, porta al Salone del Libro di Torino 2019 un volume su Salvini. Si apre una discussione: alcuni scrittori – tra cui Christian Raimo e Zerocalcare – decidono di disertare il...

I figli del fiume giallo

Uscirà nelle sale italiane giovedì prossimo l’ultimo film di Jia Zhangke (Still life, Leone d’oro a Venezia 2006; Il tocco del peccato, miglior sceneggiatura a Cannes 2013, Al di là delle montagne, 2015). Jia Zhangke, classe 1970, si è diplomato all’Accademia Cinematografica di Pechino e...

Scenari di scrittura

Domenica scorsa, dopo la lettura di Alfabeto (leggerescrivere 28 aprile ’19) Emilia, che di lettere dell’alfabeto, lingua e scrittura si intende assai più di me, mi ha inviato questa vignetta: Bella, no? Bella e inquietante perché sollecita l’attenzione su una questione ormai vecchia, ma sempre...

Se guardiamo indietro

Per la rubrica settimanale “A proposito di donne”, ogni tanto ricevo qualche feedback di lettrici. A proposito dell’articolo dell’11 aprile scorso “la donna (non) è (un) mobile”, Armanda mi mi ha scritto un lungo messaggio che riassumo: “Oggi abbiamo parlato di medioevo. Cinquant’anni fa ne...

L’uomo fedele

    Se avete nostalgia di Antoine Doinel*, questo film ve lo ricorderà, perlomeno nella composizione formale: voci narranti, primi piani intensi, scene di cinema al cinema, ironia e paradossi. Ma Doinel è inarrivabile, come lo erano il suo creatore François Truffaut e il suo...

Alfabeto

Le lettere dell’alfabeto sono 21 nella lingua italiana. Con le lettere si possono produrre poesie, romanzi, saggi, frasi d’amore, slogan. Possedere lettere in forma grafica e sonora, conoscerne il significato e il suono, saperle riprodurre oralmente e per iscritto è un dato caratteristico che ci...

Vai alla barra degli strumenti