Categoria: A proposito di donne

A cura di Simona Fasulo Pieri

l’Europa delle donne

Alle soglie delle elezioni europee, alla Casa Internazionale delle Donne a Roma, domenica scorsa, si è cercato di fare il punto sulla condizione femminile in Italia, uno dei paesi europei più travagliati politicamente negli ultimi anni, un posto in cui una donna muore per mano...

Se guardiamo indietro

Per la rubrica settimanale “A proposito di donne”, ogni tanto ricevo qualche feedback di lettrici. A proposito dell’articolo dell’11 aprile scorso “la donna (non) è (un) mobile”, Armanda mi mi ha scritto un lungo messaggio che riassumo: “Oggi abbiamo parlato di medioevo. Cinquant’anni fa ne...

la donna (non) è (un) mobile

Ci sono decine di modi per guardare la realtà, centinaia. Ce n’è uno fatto di regole innate, succhiate col latte materno, inculcate in giorni, mesi, anni di parole buttate lì da genitori, amici, parenti, insegnanti, fatto di esempi silenziosi e penetranti. E’ molto comune, si...

Spiragli di raziocinio

In questo incedere a balzi sbilenchi che muove la società dei consumi e dei social, una dinamica paurosa verso l’abisso sembrava aver preso il via: lo dimostravano frasi, dichiarazioni, progetti di legge, pensieri tornati indietro di decine di anni. Sembrava essersi messa in moto una...

Il girotondo dei se

Sarebbe bello sapere che non c’è più bisogno di scendere in piazza a urlare che i nostri diritti non vanno toccati, che si può fare un bel girotondo tenendoci per mano tutti, vecchi, bambini, operai, professori, tramvieri, gli intellettuali e gli analfabeti, i neri e...

Misoginia con questionario

Mala tempora currunt, dicevano i nostri progenitori, corrono brutti tempi! Da sempre io aggiungo “sed currunt”… Ovvero, saranno anche tempi brutti, ma se ne vanno, passano. Un’ottica rosa, nell’accezione di “ottimista”. Mala tempora currunt però soprattutto per le donne, se, come sappiamo tutti, quando si...

Fertili cambiamenti

Continuiamo a parlare di donne, e di esternazioni eufemisticamente definibili “poco felici”. Una tra le tante recenti è quella di Manlio Paganella, assessore alla cultura di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, che ha detto: «O si nasce donne fertili o si nasce donne...

il medioevo è tornato?

Lo diciamo in tante da tempo, e da tempo speriamo che la nostra sia solo paranoia, ma poi ogni giorno qualcosa smentisce la speranza e conferma i timori: il rischio di tornare indietro su molte delle conquiste sudate negli anni è concreto e oramai sta...

cambiare marcia

In un’intervista al settimanale Marie-Claire, lo scrittore francese Yann Moix – tra l’altro vincitore del Goncourt 1996 col suo libro d’esordio Jubilations vers le ciel – ci fa sapere che il corpo delle venticinquenni è decisamente desiderabile anche per un uomo che ha superato la...

Fiumi di colori

  Fiumi di colori, giovani donne che sfilano con le loro amiche e con le loro madri, con le sorelle e le figlie. E’ uno scorrere incessante di stelle luminose, di voci squillanti, di suoni incalzanti, di canzoni dolorose, di parole gridate, sotto una cappa...

pari opportunità. se ne riparla

  Vincenzo Spadafora ha 44 anni, è di Afragola (Napoli). Ha militato nell’Udeur, con i Verdi, con la Margherita, ha collaborato con Mastella, Pecoraro Scanio, Rutelli, ora è nel Movimento Cinque Stelle. Ha lavorato con l’Unicef, si occupa da tempo di minori. Perché parliamo di...

Vai alla barra degli strumenti