Torna a casa, Jimi!

A Nicosia c’è un muro che divide i turchi dai greci, c’è una frontiera, un posto di blocco, soldati armati, e per andare da una parte all’altra si deve avere un documento valido. Merci e animali non passano.
Un argomento spinoso e drammatico quello della divisione così netta tra persone tanto vicine, abituate a vivere gomito a gomito, ancor più assurdo se si sta su un’isola come Cipro.
Il regista Marios Piperides tratta la questione con rara delicatezza nel film in uscita domani nelle sale italiane “Torna a casa, Jimi!”. E lo fa attraverso la storia di Jimi Hendrix. Non del chitarrista più grande di tutti i tempi, ma di un bastardino che Yiannis, l’umano con cui vive, ha voluto chiamare così.
Yiannis è un musicista rock sfigato, squattrinato e tristissimo da che la fidanzata – Kika -l’ha lasciato per un altro. E’ in procinto di andarsene ad Amsterdam a fare fortuna, ma lo cercano per un non meglio identificato affaruccio losco da chiarire e da saldare con soldi che lui non ha.
Già così la vicenda sarebbe complicata, in più, a tre giorni dall’agognata partenza per la salvezza nordica, il cane Jimi si allontana di casa e si va a rifugiare nella zona turca. Yiannis sa che recuperarlo è indispensabile: Kika potrebbe ucciderlo se sapesse che se l’è lasciato scappare e poi lui gli è molto affezionato.
Il viaggio di qualche decina di metri che porta Yiannis da casa sua in zona turca alla ricerca di Jimi, gli svela anche che cosa è disposto a fare veramente per amore (del cane e di Kika). L’incontro con il turco Hasan e le peripezie in cui si trovano invischiati sono la materia calda e pulsante del film, che andrebbe visto in versione originale, perché si parlano tre lingue contemporaneamente: il greco, il turco e l’inglese per potersi capire a un isolato di distanza.
Il film è molto piacevole anche se con una ventina di minuti in meno sarebbe stato perfetto.
Il regista Marios Piperides e il protagonista Adam Bousdoukos (La sposa turca,Soul kitchen) in sala stampa all’anteprima del film hanno raccontato il loro personale rapporto con quel muro che divide in due Nicosia. “Solo nel 2003 quando hanno aperto il check point, ho conosciuto i turchi ciprioti, profughi nel loro stesso paese” ha detto Piperides “Costruire muri e dividere le persone non porta da nessuna parte”. E’ d’accordo anche Adam Bousdoukos che, greco cresciuto in Germania dice: “I miei migliori amici sono sempre stati turchi”.
Ma il protagonista vero è Jimi Hendrix, nella realtà Pepper, una cagnetta addestrata che aveva scarpe e giacchette refrigerate per poter sopportare i 40 gradi ciprioti sul set estivo e adesso è protagonista di spot pubblicitari nella sua terra fredda, l’Olanda.

Torna a casa, Jimi!
Titolo originale: Smuggling Hendrix
GENERE: Commedia, Drammatico
ANNO: 2019
REGIA: Marios Piperides
ATTORI: Adam Bousdoukos, Fatih Al, Vicky Papadopoulou, Özgür Karadeniz, Giannis Kokkinos, Toni Dimitriou
PAESE: Cipro
DURATA: 93 Min
DATA USCITA: 18 aprile 2019
DISTRIBUZIONE: Tucker Film

Vai alla barra degli strumenti