Tisana di Sambuco

Tisana di Sambuco

L’ideale in caso di febbre

Il sambuco (Sambucus nigra) è un’altra pianta tipica della macchia Mediterranea, ampiamente utilizzata dai nostri avi per combattere le malattie da raffreddamento e in particolare la febbre. Di questa pianta si utilizzano soprattutto i fiori, che vengono prima essiccati e poi impiegati per la preparazione di tisane e sciroppi.

La tisana di fiori di sambuco ha numerose proprietà, ma è conosciuta soprattutto per essere un potente anti-influenzale. Gode infatti di proprietà diaforetica, cioè stimola la sudorazione e l’abbassamento della temperatura corporea. Inoltre, studi condotti su animali, hanno dimostrato che il sambuco svolge la sua attività benefica anche attraverso un aumento della secrezione bronchiale.

Per cui il sambuco è il rimedio ideale quando, oltre ai classici sintomi dell’influenza, come tosse e raffreddore, si accusano anche stati febbrili.

Anche il sambuco può essere abbinato alle piante viste precedentemente (dividendo il dosaggio di ogni pianta in parti uguali). La preparazione della tisana di sambuco è la stessa vista per le altre tisane: infusione di un cucchiaino di fiori di sambuco essiccati, per 10 minuti, in una tazza d’acqua bollente. Consigliati 2 infusi al giorno.

Controindicazioni

Del sambuco è sconsigliato l’uso in caso di intolleranza a uno o più composti presenti nella pianta. In caso di gravidanza o allattamento consultare un medico prima dell’uso. Prestare particolare attenzione alla raccolta del Sambuco: può essere scambiato per alcune piante velenose come il Sambucus ebulus.