Lo Strega al tempo del Coronavirus: i 12 finalisti

Il Premio Strega non si ferma e si trasferisce online per annunciare i dodici semifinalisti.

Melania Mazzucco, a capo del comitato direttivo del premio che ha il compito di selezionare i libri che si disputeranno la semifinale. La scrittrice spiega qual è lo spirito dello Strega in tempo di coronavirus:

“Vorrei venire a voi con la leggerezza della regina della brigata della giornata degli amici del Decameron che riuniti sulla collina mentre infuria la peste nera, cercano di ricostruire un ordine e di mantenere gli usi e i costumi del loro mondo attraverso i racconti”. Mazzucco sottolinea poi che “sostenere la lettura, la letteratura, la cultura è proprio il nostro modo di vivere, di essere”, e per questo conclude “questo annuncio della dozzina del Premio Strega sarà particolarmente importante”. Solo dopo questa premessa comunica i dodici libri candidati alla settantaquattresima edizione del premio.

La lista rivela che sarà una competizione tutta da combattere. Non potevano mancare i due favoriti: Gianrico Carofiglio con La misura del tempo, pubblicato da Einaudi, e Sandro Veronesi con Il colibrì, edito dalla Nave di Teseo. Sono loro i più quotati per il trono nella finale di luglio. Veronesi ha già vinto l’edizione del 2006 con Caos calmo, Carofiglio nel 2012 si è fermato a una manciata di voti dalla vittoria e ce la metterà tutta per raggiungere il traguardo.

I titoli di quest’anno sono:

– L’apprendista di Gian Mario Villalta, pubblicato da SEM e proposto da Franco Buffoni
– Ragazzo italiano di Gian Arturo Ferrari, pubblicato da Feltrinelli e proposto da Margaret Mazzantini
– La nuova stagione di Silvia Ballestra, pubblicato da Bompiani e proposto da Loredana Lipperini
– Città sommersa di Marta Barone, pubblicato da Bompiani e proposto da Enrico Deaglio
– Giovanissimi di Alessio Forgione, pubblicato da NN Editore proposto da Lisa Ginzburg
– La misura del tempo di Gianrico Carofiglio, pubblicato da Einaudi e proposto da Sabino Cassese
– Almarina di Valeria Parrella, pubblicato da Einaudi e proposto da Nicola Lagioia
– Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli, pubblicato da Mondadori e proposto da Maria Pia Ammirati
– Febbre di Johnatan Bazzi, pubblicato da Fandango Libri e proposto da Teresa Ciabatti
– Breve storia del mio silenzio di Giuseppe Lupo, pubblicato da Marsilio e proposto da Salvatore Silvano Nigro
– Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio di Remo Rapino, pubblicato da minimum fax e proposto da Maria Ida Gaeta
– Il colibrì di Sandro Veronesi, pubblicato da La nave di Teseo e proposto da Accademia degli Scrausi

La finale si terrà il 2 luglio al Ninfeo di Villa Giulia, speriamo in un Paese libero dal coronavirus e tornato alla sua vita normale.