Editoria in crisi, 18.600 titoli in meno nel 2020

E’ crisi nera per il mondo del libro a un passo dal tracollo. Saranno 18.600 i titoli in meno pubblicati nel 2020, 39,3 milioni le copie che non saranno stampate e 2.500 i titoli che non saranno tradotti. E il 61% degli editori sta programmando la cassa integrazione. L’emergenza coronavirus colpisce pesantemente anche l’editoria e il grido d’allarme arriva dai dati dell’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori che già nelle settimane scorse, prima dei decreti che hanno sospeso la libera circolazione dei cittadini, aveva segnalato un calo di vendite del 25% con punte del 50% e fatto presenti le conseguenze gravissime per la rete delle librerie, già in forte difficoltà, e dell’intero sistema.