Mina per neofiti

Il testo, pubblicato dalle edizioni Graphe.it, vede la luce nella collana “Parva” che pubblica titoli di “saggistica in pillole”, risulta “un bigino su Mina: circostanziato e ricco di testimonianze, di un’esistenza, di una voce, di una carriera unica ed irripetibile”.

Mina, pseudonimo di Mina Anna Maria Mazzini nata a Busto Arsizio nel 1940, si può definire la colonna sonora degli italiani, senza barriere d’età, amata dai giovani, mai dimenticata da chi l’ha vista nascere artisticamente, e che con lei ha attraversato decenni di storia italiana, sia dal punto di vista sociale, estetico che culturale.

Sicuramente, a pieno titolo, considerata una delle migliori cantanti italiane di tutti i tempi, è celebre per l’assoluta qualità della voce e per essere stata l’applaudita ed imitata protagonista di numerosi varietà e spettacoli televisivi che hanno scritto la storia della Rai. La sua vocalità sempre ben identificabile, è dotata di una magnifica ampiezza, di una vasta estensione, di un’affascinante e sensuale personalità, in grado di spaziare da un genere all’altro con estrema facilità.

Così “Mina per neofiti” diventa uno strumento utile, garbato ed ordinato nel ricostruire la via scelta e il progresso compiuto, attraversando agili capitoli dai primi passi agli inizi, dall’esplosione al ‘68 di Mina, da Numero uno al ‘78 di Mina, dalla Regina lontana ai colpi di scena, dall’apparizione all’invisibile per concludere con le sorprese in musica che saprà riservare a noi tutti, negli anni a venire.

Fonte: Web