Utilizzo dei satelliti europei per monitorare il coronavirus

Alcuni paesi di tutto il mondo stanno utilizzando i satelliti come strategia di contenimento contro la diffusione del coronavirus. In Europa parte l’Italia che, come annunciato dal commissario europeo per la gestione della crisi Janez Lenarcic, “utilizzerà il sistema satellitare europeo Copernicus dell’Ue per mappare le strutture sanitarie, gli spazi pubblici e monitorare gli assembramenti di persone in concomitanza dei luoghi di ritrovo”. Lo stesso stanno facendo come la Russia, gli Stati Uniti, il Brasile o la Nigeria. Le immagini fornite dai satelliti hanno permesso, infatti, di individuare aree a rischio, per la diffusione di nuovi focolai, o di selezionare degli spazi dove costruire nuovi ospedali temporanei per poter gestire un numero sempre più alto di malati.

Fonte: Web