Da domani (4 maggio) nel Lazio riaprono set cinema, pero saranno ‘blindati’

“Tornare sul set è la prima cosa che vogliamo fare. Dobbiamo mettere in sicurezza le condizioni per farlo: l’organizzazione dei nostri set è un sistema complesso, ma abbiamo le capacità, produttive e professionali, di adattarci, magari modificando alcune pratiche”, dice Francesca Cima in un’intervista all’ANSA.
La presidente dei produttori Anica aggiunge: “Tutti chiedono sicurezze, e noi a nostra volta – spiega riferendosi all’intero sistema produttivo di un set che va dai tecnici agli attori – le chiediamo e le vogliamo offrire alle persone che lavorano con noi, in primo luogo dal punto di vista della salute, ma immediatamente dopo quella di poter lavorare e ritornare a produrre e distribuire reddito, dando il nostro importante contributo alla ripartenza collettiva di tutto il paese.
Sappiamo che l’incertezza è una cifra di questo periodo, ma non vogliamo stare fermi”.

Fonte: Ansa Wb