I segreti del colore

I segreti del colore

 “Si racconta che Parrasio si cimentò in una gara con Zeusi e mentre questi presentò dell’uva dipinta così al vero che gli uccelli presero a volare sul quadro, Parrasio mostrò  una tenda dipinta in modo tanto naturale che Zeusi,  già sicuro della vittoria dopo il fatto degli uccelli, chiese a Parrasio di togliere via il telo e mostrare infine il suo quadro. Quando si rese conto dell’errore, con sincera onestà si riconobbe sconfitto, dato che sì, aveva ingannato gli uccelli, ma Parrasio era riuscito a trarre in inganno lui, un pittore. Si dice che in seguito Zeusi dipingesse un fanciullo che trasportava dell’uva, ai grappoli dipinti al solito si avvicinarono gli uccelli volando, allora Zeusi, adirato, si fece dinnanzi al quadro e con la stessa sincera franchezza prese a dire: “Ho dipinto l’uva meglio del ragazzo, perché se avessi reso alla perfezione anche lui, gli uccelli avrebbero dovuto esserne spaventati e rimanere lontani.”

Plinio il Vecchio, Libro XXXV Naturalis Historia

E dedicata a “I colori di Roma” la prima puntata del programma “I segreti del colore”, ideato da Daniela Delfini per Rai Scuola con la regia di Claudio Parise e la fotografia di Michele Gaudio, un affascinante viaggio attraverso le tecniche della pittura murale antica e in particolare della tecnica dell’affresco. Un viaggio che si dipana attraverso l’analisi delle fonti storiche  e attraverso il rapporto vis-à-vis con l’opera d’arte. A svelare alcuni “segreti del colore” sarà l’attore Edoardo Camponeschi che, nel suggestivo scenario del Salone Borromini della Biblioteca Vallicelliana, legge alcuni brani tratti da opere di Plinio il Vecchio (Naturalis Historia), Vitruvio (De Architectura), Cennino Cennini (Il libro dell’arte), Giorgio Vasari (Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori),   Giovanni Battista Armenini (De’ veri precetti della pittura) insieme a un sonetto di Michelangelo Buonarroti e a una novella di Matteo Bandello.  L’obiettivo de “I segreti del colore” –  dichiara il produttore esecutivo Giorgio Marcucci  – è quello di “fornire conoscenze e approfondimenti sull’universo dell’arte e dell’espressione artistica”, il programma infatti “si rivolge principalmente al mondo della scuola, agli studenti e agli insegnanti come sussidio allo studio della storia dell’arte. Vuol essere inoltre un utile strumento per tutti quelli che desiderano impegnarsi professionalmente nel campo delle arti figurative o nella conservazione e difesa del patrimonio artistico. Tra i contenuti proposti: le modalità realizzative dei capolavori del passato, le tecniche pittoriche, le problematiche legate alla conservazione e al restauro delle opere d’arte, i centro d’eccellenza italiani nel settore. Esemplificazioni pratiche con artisti e restauratori aiuteranno a capire modalità realizzative e interventi concreti sulle opere. La lettura da parte di un attore di alcuni brani tratti da antichi testi dedicati alle tecniche artistiche fornirà ulteriori suggestioni e spunti di riflessione.” In questo viaggio in venti puntate ci conduce per mano Luca Ciancabilla, docente di Storia delle Tecniche Artistiche presso l’Università di Bologna, che  apre “I colori di Roma” guidandoci alla scoperta  degli affreschi de “Il giardino dipinto” della Villa di Livia. Le prime dieci puntate del programma sono visibili su: https://www.raiplay.it/programmi/isegretidelcolore.

Fonte: Mibact