La Corea Nord lancia un missile intercontinentale. Usa, servono sanzioni

La Corea del Nord ha lanciato oggi altri tre missili balistici verso il Mar del Giappone, di cui due a corto raggio e uno intercontinentale (Icbm), ma il test di quest’ultimo è fallito secondo le forze armate della Corea del Sud.

Gli Stati Uniti hanno condannato il lancio del’Icbm: Pyongyang ha violato così le risoluzioni dell’Onu, ha affermato Washington sollecitando l’imposizione di sanzioni. Stati Uniti e Corea del Sud hanno inoltre deciso di prolungare le esercitazioni aeree congiunte iniziate il 31 ottobre.
Uno dei missili ha fatto scattare l’allarme antiaereo spingendo i residenti di un’isola della Corea del Sud e gli abitanti di alcune zone del Giappone settentrionale a mettersi al riparo. Inizialmente l’ufficio del premier giapponese aveva affermato che un missile aveva sorvolato il Paese, ma è stato successivamente corretto dalla Difesa.
“Gli Stati Uniti condannano il lancio di un missile balistico intercontinentale da parte della Repubblica Popolare Democratica di Corea”, ha dichiarato in un comunicato il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price, confermando le notizie della Corea del Sud sul missile lanciato dal Nord nelle prime ore di oggi. “Questa azione sottolinea la necessità che tutti i Paesi attuino pienamente le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite relative alla RPDC”, ha proseguito il portavoce, utilizzando il nome ufficiale del Nord.

Fonte Ansa