Autore: Simona Fasulo

<

Torna a casa, Jimi!

A Nicosia c’è un muro che divide i turchi dai greci, c’è una frontiera, un posto di blocco, soldati armati, e per andare da una parte all’altra si deve avere un documento valido. Merci e animali non passano. Un argomento...

100%

Una piccola storia vera. Prendo il bus 44 al capolinea di Teatro Marcello, è una bellissima giornata di sole dopo giorni un po’ grigi. Seduto in uno dei posti davanti, quelli riservati ad anziani e invalidi c’è un uomo. Il...

La dieta di parole

Perché si scrive? Per esprimersi, per mettere a fuoco un pensiero, per capire di più, per spiegarsi, perché non se ne può fare a meno, per sentirsi meno soli, per rilassarsi? Per queste e altre mille ragioni. Per chi si...

Amare il prossimo

Ho ritrovato nelle bozze questo pezzo scritto ad agosto scorso, e lo condivido, perché mi sembra purtroppo ancora attuale. Essere sani è guardare l’altro – chiunque sia: uomo donna, bianco nero, basso alto, grasso magro, giovane vecchio, straniero italiano, abile...

la donna (non) è (un) mobile

Ci sono decine di modi per guardare la realtà, centinaia. Ce n’è uno fatto di regole innate, succhiate col latte materno, inculcate in giorni, mesi, anni di parole buttate lì da genitori, amici, parenti, insegnanti, fatto di esempi silenziosi e...

Non è mai troppo tardi

In questi ultimi giorni due notizie mi hanno fatto pensare al caso Tortora. I più agé tra i lettori ricorderanno la sua storia sconvolgente: presentatore televisivo di fama, nel 1983 fu accusato da un detenuto di appartenere a una cosca...

Libro o fumetto

Quand’ero bambina ogni domenica mio padre tornava a casa con un fascio di giornali: il suo solito quotidiano, la rivista di motori che gli piaceva, il settimanale per mia madre, la Settimana Enigmistica e i fumetti per me e mia...

Spiragli di raziocinio

In questo incedere a balzi sbilenchi che muove la società dei consumi e dei social, una dinamica paurosa verso l’abisso sembrava aver preso il via: lo dimostravano frasi, dichiarazioni, progetti di legge, pensieri tornati indietro di decine di anni. Sembrava...

Il viaggio di Yao

387 chilometri a piedi o con mezzi di fortuna, sulle strade polverose e assetate del Senegal per incontrare un attore di cui è uscita una biografia che è diventata una specie di Bibbia. Questa è la scelta di Yao, un...

Agnès Varda

L’ho incontrata l’anno scorso a Roma al cinema Nuovo Sacher. Era venuta a presentare il suo ultimo lavoro, Visage Village, realizzato con il giovane JR, fotografo e streetartist. Conoscerla per me era un po’ come vedere per la prima volta...

Vai alla barra degli strumenti