Categoria: Appunti di cinema

Hammamet: un’occasione persa…

In contemporanea col ventennale della morte del discusso statista socialista è uscito “Hammamet” diretto da Gianni Amelio. In realtà, sembra che il regista sia partito con l’idea di fare qualcosa su Cavour, per approdare a questo lavoro con un monumentale Pierfrancesco Favino irriconoscibile, tanto è...

Social
  •  
  •  
  •  

I due papi (Netflix)

I due Papi è un film di alta qualità, firmato da Fernando Meirelles e “figlio” dell’opera teatrale di Anthony McCarten che oltre al soggetto, ha scritto anche la sceneggiatura. Un film interessante, intelligente, che vive di parole e di interpretazioni, con due attori come Anthony...

Social
  •  
  •  
  •  

La trilogia dell’incomunicabilità – Michelangelo Antonioni

Vorrei ricordare in queste poche righe, il ruolo di vero e proprio spartiacque che ebbe nella storia del cinema contemporaneo la cosiddetta trilogia dell’incomunicabilità di Michelangelo Antonioni che, con i film L’avventura, La noia, L’eclisse (che videro la luce tra il 1960 e il 1962)...

Social
  •  
  •  
  •  

Ma voi che fate stasera… Jep Gambardella

Qualche considerazione su “La grande bellezza“… a freddo. Cos’è se non un viaggio attraverso la dialettica tra sacro e profano vissuto dal protagonista Jep Gambardella? Sorrentino ci fa conoscere Jep all’età di 65 anni, scrittore e giornalista, trasferitosi a Roma da giovane e diventato celebre...

Social
  •  
  •  
  •  

Alfred Hitchcock e le sue bionde

Ad Alfred Hitchcock non sono mai piaciuti gli attori in generale e le attrici in particolare. Eppure pochi registi hanno saputo valorizzare e magnificare le donne sul set. Un rapporto mai facile e mai banale. Con alcune grandi eccezioni. Le chiamano Le bionde di Hitchcock...

Social
  •  
  •  
  •  

Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

È scomparso Rutgher Hauer. Chi non lo ricorda (almeno quelli meno giovani) in questa scena? Si tratta di Blade Runner, la scena finale, film tratto da Ridley Scott dall’opera di un genio della letteratura fantascientifica: Philip K. Dick. Il film lo rese famoso, ma Hauer...

Social
  •  
  •  
  •  

Nato il 4 luglio

Compie trent’anni “Nato il quattro luglio” di Oliver Stone. Nel 1967, all’età di vent’anni, Stone si arruolò volontario nell’Esercito degli Stati Uniti e combatté proprio in Vietnam, restando ferito due volte in battaglia e quindi fu decorato con varie onorificenze. Naturale che il libro autobiografico...

Social
  •  
  •  
  •  

Kathleen Turner

Ha un’ immagine forte sia nell’aspetto fisico che nel pensare e nell’agire, ha tratti significativi del sesso maschile, pur conservando una forte sensualità tipicamente femminile. Parliamo di Kathleen Turner, che ha appena compiuto 65 anni. Da tempo è sparita dai radar, ma soprattutto rimane un...

Social
  •  
  •  
  •  

La nouvelle vague

Nel 1962 Truffaut affermava : “Non si è ancora sottolineato a sufficienza questo punto; la Nouvelle vague non è né un movimento né un gruppo, ma un concetto di quantità. È una denominazione collettiva inventata dalla stampa per indicare i nomi dei cinquanta nuovi registi...

Social
  •  
  •  
  •  

Un maledetto imbroglio – Pietro Germi

Per appunti di cinema oggi vi vogliamo parlare di un regista particolare, Pietro Germi. e del suo migliore film: “Un maledetto imbroglio” del 1959. Tratto dal romanzo di Carlo Emilio Gadda “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”, rappresenta un perfetto incrocio tra la tensione misteriosa...

Social
  •  
  •  
  •  
Vai alla barra degli strumenti