Respiratori: la stampa in 3d

“È un’idea un po’ folle nata nel cuore della Lombardia industriale, che oggi è la regione più toccata dalla pandemia di Covid-19. A metà marzo, quando gli ospedali lombardi erano sommersi di pazienti con difficoltà respiratorie, un medico di Brescia, Renato Favero, ha contattato Isinnova, un’azienda locale specializzata in stampa in 3d, che si era fatta notare producendo rapidamente delle valvole per respiratori”.

Le Monde di oggi racconta la storia di “un progetto ambizioso: adattare le maschere per fare snorkeling Easybreath, in vendita da Decathlon, per creare una specie di respiratore”. Come scrivono Jérôme Gautheret e Cécile Prudhomme, l’azienda francese ha messo a disposizione di Isinnova i suoi prodotti e i progetti di fabbricazione in 3d. Sulle mascherine sono state montate nuove valvole speciali per farne dei respiratori, che sono stati testati in due ospedali bresciani.

Fonte: Web