Karl Lagerfeld, il kaiser dell’alta moda internazionale.

È morto da pochi giorni Karl Lagerfeld, superstar del fashion, icona pop e artistica, sicuramente uno degli stilisti più importanti e originali nel mondo dell’alta moda.
Ironico, trasgressivo e dissacratore anche nel suo aspetto fisico e nella sua immagine, ha creato bellezza e eleganza per i brand più celebri, da Balmain a Fendi a Chloé a Chanel, curando anche, primo stilista in assoluto, le collezioni low cost H&M.
Secondo Lagerfeld, un outfit ben riuscito, rende ogni donna più consapevole del suo appeal e del suo fascino, e questa coscienza di sé conta più di ogni accostamento studiato e di qualsiasi capo costoso.
Infinite le sue creazioni, dagli elaborati capospalla agli accessori più particolari.
E se volete rendere omaggio al grande Maestro scomparso, questi sono i capi che più raccontano la sua opera, e che potete acquistare nelle boutique, nei negozi vintage o on line:
il tailleur Chanel, reinventato in tantissime varianti, anche spezzato con i jeans e una t-shirt bianca.
Il total black, in ogni sua declinazione.
Le t-shirt logate e illustrate, con grafismi e immagini iconiche, ispirate soprattutto alla sua adorata gatta Choupette.
Gli occhiali da sole, irrinunciabili, con le lenti scurissime.
I jeans logati, imbottiti, in pelle, dal taglio straight o strecht, decorati ma soprattutto neri.

E la scelta è ampia anche per gli accessori:
i microguanti e quelli senza dita, in pelle nera o, all’opposto, in colori chiarissimi, le borse con i cuori, i teschi, l’immagine di Choupette o dell’ikonic Tokio, le cover dello smartphone, le pochette, i cappelli.
L’universo di Lagerfeld è vastissimo, come profondo è il segno che lascia nell’alta moda e nel mood di vita.
Perché anche per Lagerfeld, essere di moda significa avere personalità, e è questo il suo principale diktat, il diktat dello straordinario e eccentrico stilista che della propria personalità aveva fatto la sua arte più grande.

Vai alla barra degli strumenti