<

2 donne in fuga al teatro Manzoni

Marisa Laurito e Fioretta Mari portano sulla scena, “2 donne in fuga” di Cristophe Duthuron. Due grandi attrici protagoniste di un testo che ha avuto uno straordinario successo in Francia, che raccontano la vicenda di due signore di mezza età che si incontrano durante un autostop. Due donne diverse ma che – stanche – fuggono dalle rispettive vite senza sensi di colpa né rimpianti: Margot (Marisa Laurito) scappa dalla sua condizione di casalinga, moglie e madre repressa, Claude (Fioretta Mari) dalla casa di riposo dove il figlio l’ha parcheggiata una volta rimasta vedova e dopo aver vissuto una vita piena e avventurosa che non ha dimenticato e alla quale non intende rinunciare. È l’inizio di un’avventura on the road che, tra battute e colpi di scena continui, coinvolge la platea con ritmo incalzante ed elegante ironia. E’ soprattutto (e finalmente!) una bella storia d’amicizia a lieto fine fra due donne: due donne molto diverse e critiche nei rispettivi confronti, ma che – nonostante ciò – si scoprono compatibili e affezionate l’una all’altra, con lo stesso amore per la libertà e lo stesso entusiasmo per quanto di nuovo e sorprendente può riservare loro il futuro. Tenerissimo il passaggio in cui Margot deve abbandonare suo malgrado le poche cose – apparentemente insignificanti, ma non per lei – che aveva portato con sé scappando di casa. “Due donne in fuga” a Roma, Teatro Manzoni fino al 21 aprile.

Vai alla barra degli strumenti